La Quarta Dimensione

Per Quarta dimensione si intende percepire ed entrare in contatto con un Essenza, o Dimensione, che è fuori dall’ordinario, ossia che sta al di la della nostra consapevolezza di tutti i giorni e che viene identificata con la parola Dio

Noi tutti, o quasi tutti,  nell’ordinario del quotidiano riusciamo ad essere consapevoli solo del nostro essere tridimensionale, ossia, composto di: (A) corpo fisico, (B) corpo mentale e (C) corpo emozionale. Sperimentiamo il nostro corpo fisico quando compiamo delle azioni, quando si ammala e provoca dolore, quando amiamo e ci procura piacere, ecc…; sperimentiamo la nostra mente per ragionare, riflettere, prendere delle decisioni, studiare, ecc…; facciamo esperienza delle nostra emozioni, sia quando sono piacevoli e ci procurano gioia, sia quando sono sgradevoli, procurandoci frustrazione e tristezza.

Queste caratteristiche accomunano ogni essere umano, in quanto ogni persona, su questo pianeta, è dotata di tutte e tre le facoltà descritte sopra.

Esiste però un’altra Realtà di cui, purtroppo, pochi ne sono a conoscenza, e che questi pochi sperimentano ogni giorno della loro esistenza. Così come fanno esperienza del corpo fisico, mentale ed emozionale, essi entrano in contatto con un altra Essenza, che è oltre l’ordinario comune, e  che io qui ho voluto chiamare “Quarta Dimensione.”

Mi piacerebbe scrivere qualche riga, su questo argomento, per poter descrivere cosa si prova quando si fa esperienza della Quarta Dimensione; purtroppo però non è possibile poichè essa è fuori da ogni descrizione e concetto umano che comunemente si conosce, e tutte le parole di questo mondo non potrebbero mai darne una descrizione adeguata. E’ un po come cercare di descrivere i colori dell’arcobaleno ad un cieco nato.

Una cosa  posso però dire; questa Dimensione e esperienza non è data da sperimentare solo a pochi, perchè magari si pensa possano essere persone speciali o santi; non ha nemmeno a che fare col cosiddetto buonismo. Non c’entrano nemmeno i fioretti, le preghiere, le elemosine, accendere ceri recitare mantra e così via. Essa non è condizionata dal sociale e dalla morale di questo mondo, in quanto essa è al di la di questo mondo, malgrado, per paradosso, essa sostiene  ed abbraccia ogni cosa nell’universo, visibile ed invisibile, e anche di questo mondo.

L’unica cosa richiesta è: un desiderio profondo e sincero di conoscerne l’esistenza, e la ricerca e dedizione costante per sperimentarne l’Essenza.

Un abbraccio di luce

Stefano Corona

Precedente Giordano Bruno Successivo Albert Einstein

Lascia un commento